logo-dealeronfire-principale

Putin: nessuna consegna in caso di tetto ai prezzi

 

Zapping Prova su strada Dacia Jogger

Hai detto ricatto? Quando l’energia diventa un’arma di deterrenza di massa. La Russia non consegnerà più petrolio o gas ai Paesi che impongono un tetto al prezzo degli idrocarburi venduti da Mosca, ha avvertito mercoledì il presidente russo Vladimir Putin. Queste osservazioni sono state fatte in un momento in cui i Paesi occidentali stanno valutando la possibilità di attuare una misura di questo tipo.

Bloccare i prezzi: una stupidaggine secondo Putin

Il blocco dei prezzi “sarebbe una decisione assolutamente stupida”, ha dichiarato Vladimir Putin durante un forum economico a Vladivostok (Estremo Oriente russo).

“Non consegneremo nulla se è contro i nostri interessi, in questo caso economici. Niente gas, niente petrolio, niente carbone (…). Niente”, ha aggiunto.

“Non forniremo nulla al di fuori del quadro dei contratti” firmati con i Paesi importatori, ha dichiarato il capo del Cremlino di fronte ai leader economici russi e asiatici. “Ma coloro che stanno cercando di imporci qualcosa non sono in grado oggi di imporci la loro volontà”, ha insistito.

Putin invita i Paesi europei a “rinsavire”.

Se non si trattasse dell’ennesimo ricatto di Vladimir Putin nel contesto di una guerra mortale con conseguenze economiche globali, ci sarebbe da ridere: il leader russo ha invitato i Paesi europei a “rinsavire”, anche se alcuni mettono in dubbio la sua sanità mentale.

Queste parole giungono mentre in Occidente si levano voci che accusano la Russia di usare l’energia come “arma” come ritorsione per le sanzioni legate all’intervento militare russo in Ucraina.

Queste accuse sono state respinte mercoledì da Vladimir Putin: “Ancora sciocchezze!

 

Sussidi o riduzione dei consumi auspicati da Putin

Secondo il presidente russo, gli europei, di fronte all’impennata dei prezzi, “hanno diverse soluzioni: o sovvenzionare i prezzi elevati (dell’energia), (…) o ridurre i consumi”. “Da un punto di vista economico, questo è corretto. Ma da un punto di vista sociale è pericoloso. Può causare un’esplosione”, ha avvertito. “È meglio rispettare gli obblighi contrattuali, le regole civili”, ha sostenuto. “È impossibile minare le leggi economiche +obiettive+. Altrimenti vi si ritorcerà contro come un boomerang”, ha avvertito.

Il nostro punto di vista

Una doppia minaccia poco velata: l’interruzione delle consegne di petrolio in caso di imposizione di un tetto ai prezzi… e la comparsa di disordini sociali in caso di una grave crisi energetica e di un’inflazione galoppante… rabbia che Putin potrebbe avere il piacere di esacerbare, se non addirittura di provocare?

Fonte: AFP

Riassunto

La Russia non consegnerà più petrolio o gas ai paesi che limitano il prezzo degli idrocarburi venduti da Mosca, ha avvertito mercoledì il presidente russo Vladimir Putin.
Osservazioni lanciate mentre i paesi occidentali stanno pianificando di mettere in atto una misura di questo tipo.

link Fonte

0 0 Voti
Article Rating
Subscribe
Notify of
guest

0 Comments
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
0
Mi piacerebbe avere le tue opinioni, per favore lascia un commento.x
()
x