Novità: Auto Km Zero e Aziendali

Prova della Hyundai Bayon 1.0 TGDI 48V 100 CV

Prova della Hyundai Bayon 1.0 TGDI 48V 100 CV

 

La Hyundai Bayon è un nuovo crossover progettato specificamente per l’Europa. Come SUV di segmento B, il Bayon è il più economico e il più piccolo membro della famiglia SUV di Hyundai. Posizionato all’interno della gamma del produttore coreano, il Bayon sarebbe situato sotto la Kona in termini di prezzo. Non è così per quanto riguarda le dimensioni (i due modelli sono molto simili) e la capacità del bagagliaio (il Bayon supera il Kona in questo settore). La versione entry-level è disponibile da 18.690 euro a seconda del prezzo.

Audace e con un’aria futuristica che applica le ultime tendenze

Poiché segna la nuova tendenza nel design del marchio coreano, la Hyundai Bayon ha un aspetto audace e un’aria futuristica che soddisfa l’occhio. Davanti, proprio come la Kona e il Santa Fe, Hyundai Bayon ha i gruppi ottici divisi in due parti; luci diurne in alto e fari principali in basso. Questa soluzione estetica è stata avviata da Citroën nel 2013 sul suo modello C4 Picasso (ora SpaceTourer).

Nella parte posteriore, anche se troviamo questo Bayon molto originale e attraente, adotta anche un’altra tendenza di design che Audi ha già iniziato, se la memoria non mi inganna, che è quello di unire le due luci posteriori con una linea orizzontale. Inoltre, nella stessa linea di presentazione delle soluzioni estetiche di altre marche, il portellone è verniciato di nero all’altezza delle luci per dare continuità al tetto e al lunotto. Il modello che impose questa soluzione fu la Lancia Delta di ultima generazione.

1627722809 687 Prova della Hyundai Bayon 10 TGDI 48V 100 CV | Dealer On Fire

Per il resto, tutta la carrozzeria e i suoi vari componenti sono rifiniti a un buon livello. E come spesso accade con i modelli asiatici, le porte offrono un’apertura e una chiusura un po’ più morbida e raffinata rispetto ai modelli europei.

Per quanto riguarda le ruote e i colori della carrozzeria, la Hyundai Bayon è disponibile con cerchi in acciaio da 15 pollici o in lega da 16 e 17 pollici. Un totale di nove colori esterni sono disponibili, compreso il nuovo colore di lancio Mangrove Green. A seconda dell’assetto, alcuni colori esterni incorporano un effetto bicolore con il tetto in Phantom Black.

Una cabina che ci è familiare

Gli interni seguono il tono della carrozzeria, con un design audace e moderno che non può nascondere che questo modello è un derivato dell’attuale i20. Direi che, salvo un piccolo dettaglio, sia i cruscotti che i pannelli delle porte sono esattamente gli stessi. Ovviamente tutti i comandi, la strumentazione e il volante sono gli stessi del fratello di gamma. Quindi il Bayon è ancora un i20 “crossover”, se mi è permesso usare il termine.

1627722809 789 Prova della Hyundai Bayon 10 TGDI 48V 100 CV | Dealer On FireOvviamente, come già vediamo in tutti i nuovi modelli batch, un cruscotto digitale (in questo caso 10,25 pollici) e uno schermo che può essere da 10,25 pollici con il sistema AVN o da 8 pollici con dispositivo Display Audio. Gli occupanti possono beneficiare della tecnologia di illuminazione ambientale a LED, integrata nei vani piedi anteriori, nelle rientranze delle portiere e nelle aree delle maniglie delle portiere anteriori, nonché nell’area di stivaggio sotto la consolle centrale.

La Bayon viene fornita di serie con interni in tessuto Full Black e, a seconda della finitura, un’altra combinazione di nero e grigio.

Hyundai ha sfruttato molto bene le dimensioni per ottenere un abitacolo spazioso in tutti i suoi sedili. Spiccano soprattutto quelle posteriori, che hanno spazio sufficiente in tutte le loro dimensioni, soprattutto in altezza e lunghezza. L’unica cosa che manca è la regolazione dell’inclinazione nello schienale, poiché la posizione fissa ti costringe ad avere una postura troppo eretta e leggermente forzata. Mancano anche un bracciolo nella piazza centrale e gli aeratori nel tunnel centrale.

1627722809 550 Prova della Hyundai Bayon 10 TGDI 48V 100 CV | Dealer On FireI sedili sono normali, non risaltano soprattutto per niente, ma non hanno nemmeno qualcosa di veramente discutibile. Come nei suoi rivali, è vero che mancano tessuti un po’ migliori e aree più imbottite nelle aree dove poggiano le braccia.

Con 411 litri di bagagliaio, il Bayon supera la capacità di carico della Hyundai Kona, che ha un bagagliaio con 37 litri in meno. Inoltre, per sfruttarlo al meglio, e se vogliamo trasportare oggetti ingombranti, il vassoio che lo copre può essere posizionato dietro i sedili posteriori. Se abbiamo bisogno di una maggiore capacità di carico, gli schienali delle stesse possono essere ripiegati in un rapporto 60/40 per raggiungere 1.205 litri di capacità massima.

Come altri modelli, la Hyundai Bayon offre un buon sistema di infotainment che, senza essere il migliore nel suo segmento, lo fa perfettamente. Facoltativamente, puoi scegliere tra uno schermo AVN da 10,25 pollici o il sistema Display Audio da 8 pollici. Il dispositivo Display Audio da 8 pollici include la connettività wireless tramite Apple CarPlay e Android Auto. Inoltre, è disponibile anche la strumentazione digitale configurabile da 10,25 pollici, con grafica variabile in base alla modalità di guida e alla selezione del conducente.

1627722809 370 Prova della Hyundai Bayon 10 TGDI 48V 100 CV | Dealer On FireDue porte USB per i passeggeri anteriori e una per i passeggeri posteriori, consentono di caricare fino a tre dispositivi contemporaneamente. Una delle porte anteriori accetta anche il trasferimento dei dati, consentendo agli occupanti di collegare i propri telefoni al sistema di infotainment del veicolo.

Un buon motore di base e possibilità di scegliere un ibrido leggero

La gamma dei motori, sempre a benzina, è molto semplice. E’ composto da un quattro cilindri 1.2 litri aspirato da 84 CV e da un altro tre cilindri che viene commercializzato con due livelli di potenza; 100 e 120 cv. Questi ultimi due, più potenti, possono essere abbinati, volendo, a un sistema di ibridazione leggera e cambio automatico. Abbiamo testato la versione ibrida leggera da 100 CV, che semplicemente offre. Senza guidarlo, sono molto chiaro che rimarrei sul motore di accesso perché è più semplice e ha un’architettura tradizionale a quattro cilindri che personalmente mi piace di più.

1627722809 352 Prova della Hyundai Bayon 10 TGDI 48V 100 CV | Dealer On FireIl consumo di carburante di questa versione da 100 CV è all’interno delle aspettative. In condizioni normali si possono ottenere medie di circa 6,5 ​​litri, anche se se vogliamo circolare a passo agile su una strada con molte curve, quella media può schizzare fino a 7,5 litri.

A parte il motore, la maneggevolezza soddisfa ciò che possiamo aspettarci in un veicolo moderno di questo tipo. Nonostante la sospensione ci sia sembrata un po’ secca, cosa che abbiamo potuto percepire anche nella Kona quando abbiamo avuto modo di provarla, il comfort è accettabile. Da parte sua, la scorrevolezza dello sterzo e il cambio manuale ci permettono di rendere molto sopportabili i movimenti quotidiani. In termini di manovrabilità è un’auto soddisfacente, in quanto gira molto in poco spazio e parcheggia benissimo, anche grazie alla possibilità di incorporare una telecamera per la retromarcia.

Un menu completo di aiuti alla guida sulla Hyundai Bayon

Come una buona macchina all’avanguardia degna del suo sale, non puoi perderti una lunga lista di assistenti alla guida. Tra questi spicca il lane following assistant (LFA), che agisce per mantenere il veicolo al centro della sua corsia. Dispone inoltre di un assistente di prevenzione delle collisioni frontali (FCA) che emette un segnale acustico e, se necessario, agisce sui freni per evitare una collisione. Questa funzione include il rilevamento di auto, pedoni e ciclisti, nonché una nuova funzione di svolta all’incrocio, che può applicare i freni per evitare la collisione con l’auto in arrivo quando si svolta a sinistra a un incrocio. Un’altra funzionalità avanzata è il Cruise Control intelligente basato sulla navigazione (NSCC), che utilizza i dati del sistema di navigazione del veicolo per regolare autonomamente la velocità durante la guida in autostrada o in autostrada.

Hyundai BayonTra tutto ciò che offre, equipaggia anche un assistente di prevenzione delle collisioni in punti ciechi (BCA), che utilizza una telecamera anteriore e radar situati negli angoli posteriori per monitorare la parte posteriore dell’auto e, se rileva la presenza di un altro veicolo, emette un avviso visivo sugli specchietti retrovisori esterni. Se necessario, il BCA agisce sui freni per evitare una collisione o ridurre i danni da impatto.

Il Bayon include anche diverse funzionalità che reindirizzano l’attenzione del guidatore quando perde la concentrazione. Driver Attention Alert (DAW) analizza i modelli di guida per i sintomi di sonnolenza o distrazione alla guida. Questo sistema funziona in combinazione con Vehicle Exit Alert (LVDA), che avvisa il conducente quando il veicolo che precede inizia a muoversi e non reagisce abbastanza rapidamente. Inoltre, il Rear Occupant Alert (ROA) avvisa il conducente prima di uscire dal veicolo se i sensori rilevano un movimento nel sedile posteriore. Ciò rende la Hyundai Bayon ancora più sicuro per i passeggeri dei sedili posteriori, compresi bambini e animali domestici, rendendolo un’ottima opzione per le famiglie.

1627722809 26 Prova della Hyundai Bayon 10 TGDI 48V 100 CV | Dealer On FireIn caso di incidente, il sistema eCall avviserà automaticamente i servizi di emergenza in caso di attivazione degli airbag del veicolo. In alternativa, gli occupanti possono anche attivare questa funzione premendo un pulsante.

Conclusione

La nuova Hyundai Bayon sembra un acquisto consigliato. E’ una vettura molto soddisfacente nelle linee generali che non ha grossi distacchi per escluderla; È spazioso, ha un ampio bagagliaio, offre un equipaggiamento molto completo e un design con un punto di originalità. Della sua gamma ridotta di motori, mi limiterei al più semplice 84 CV, soprattutto per la sua morbidezza e facilità d’uso. Tuttavia, se vuoi indossare l’etichetta ECO sul parabrezza, dovrai passare alla versione ibridazione leggera protagonista di questo test. La differenza di prezzo tra i due è ampia; poco più di 2.000 euro di differenza, a seconda della tariffa.

In Dealer On Fire | Scopri le offerte Auto Nuove | Bmw M3 3 M4 i prezzi |

Source link

Guida alla Scelta: Top 3

Le Offerte Auto Km Zero e Aziendali

Audi A1
14
Audi A1
A1 citycarver 25 TFSI Admired
Arezzo - Gp Motors
€26.900,00
2020
11.095 Km
Benzina
Manuale
Arezzo
Volkswagen Tiguan
14
Volkswagen Tiguan
2.0 TDI 150CV SCR DSG R-Line
Arezzo - Gp Motors
€41.900,00
2021
24.376 Km
Diesel
Automatico
Arezzo
Honda CR-V
14
Honda CR-V
CR-V 2.0 Hev eCVT Executive Navi AWD
Arezzo - Gp Motors
€49.250,00
0 Km
Hybrid
Automatico
Arezzo
Mitsubishi Eclipse Cross
14
Mitsubishi Eclipse Cross
Eclipse Cross 2.4 MIVEC 4WD PHEV Instyle SDA Pack 0
Arezzo - Gp Motors
€39.900,00
2021
12.120 Km
Hybrid
Automatico
Arezzo
Renault Captur
14
Renault Captur
Captur TCe 12V 100 CV Life
Arezzo - Gp Motors
€19.900,00
2020
6.014 Km
Benzina
Manuale
Arezzo
Audi Q3
14
Audi Q3
Q3 35 TDI S tronic S line edition
Arezzo - Gp Motors
€49.900,00
2021
23.272 Km
Diesel
Automatico
Arezzo

Offerte della Settimana​

Ford Mustang

Da € 49.000

Audi Q3 Banner Dealeronfire_risultato

Audi Q3

Da € 44.550

BMW Serie 8 Coupe' Banner Dealeronfire_risultato

BMW Serie 8 Coupé

Da € 103.230

Dealer On Fire è entrata a far parte della famiglia Google News. Seguici

Dealer On Fire – Promozioni Auto Nuove

Copyright © 2022  4 Plan s.r.l.

Managed by 4Plan Automotive Web Agency

P.Iva: 03490600545

Dealer On Fire si impegna ad aggiornare con tempestività dati e contenuti del sito. Tuttavia Dealer On Fire e, in capo 4 Plan s.r.l., non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali errori e/o omissioni, danni diretti e indiretti derivanti dall’utilizzo di questa piattaforma web

Ricerche Veloci