logo-dealeronfire-principale

Prova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio 2022

Prova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio 2022

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio È la versione più potente e sportiva della berlina italiana. Ha un motore eccezionale e un telaio altamente sintonizzato per divertimento ed efficienza in parti uguali. Si può acquistare a partire da 93.200 euro (nel seguente link potete ottenere il miglior prezzo).

Prova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio | Dealer On FireAbbigliamento da corsa

A differenza del resto delle versioni, Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio è un modello molto particolare che si distingue nel primo contatto visivo. Si distingue per le sospensioni ribassate, spettacolari cerchi in lega da 19 pollici con pinze verniciate di giallo -nel caso della nostra unità di prova-, due branchie integrate nel cofano in alluminio, paraurti specifici, diffusore posteriore integrato, quattro terminali di scarico e attacchi aerodinamici realizzati di fibra di carbonio che si trovano nel paraurti anteriore, nelle minigonne laterali e nel prezioso e discreto spoiler posteriore. Inoltre, questa versione offre, in esclusiva, due colorazioni tristrato opzionali (Trophy White e Competizione Red) che costano 3.326 euro.

Tutti i pannelli della carrozzeria sono molto ben montati. Le ante, che si manovrano in modo abbastanza fluido e non sono pesanti come in altri modelli equivalenti, hanno una buona sensazione e hanno una chiusura morbida e piacevole. Meno attento è il portellone bagagliaio che, seppur maneggiato con pochissimo sforzo, quando chiuso rimbalza e trasmette poca consistenza.

1641762926 966 Prova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio | Dealer On FireUn interno più esclusivo

L’abitacolo, da buona Alfa e da degna vettura italiana, è molto attraente alla vista. Nella versione Quadrifoglio troviamo modifiche specifiche come le cuciture rosse, gli inserti in fibra di carbonio e la pedaliera in alluminio tra le più notevoli. Una menzione particolare meritano i sedili anteriori firmati Sparco, che sono eccezionali e dotati di regolazioni elettriche per regolarli in altezza, sia per il guidatore che per il passeggero

Quando salgo al posto di guida mi inserisco perfettamente nel sedile, come se fosse stato fatto su misura per me. Si adatta perfettamente alla schiena e trovo un’imbottitura molto consistente e niente di scomodo. Il perfetto design del sedile e la buona posizione di tutti i comandi, mi permettono di trovare una perfetta posizione al volante; basso, allungato e perfettamente integrato con i comandi dell’auto.

1641762926 501 Prova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio | Dealer On FireI sedili della Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio sono stati per me comodi e soddisfacenti per spazio e comfort. Sebbene le forme della carrozzeria siano molto aerodinamiche, l’interno non è sminuito in termini di spazio. I sedili erano molto comodi per me e, come i sedili anteriori, offrono una tappezzeria di alta qualità. Mi mancava solo un bracciolo nella piazza centrale.

Una berlina sportiva pratica e funzionale

Sebbene nella Giulia il design sia importante, qualcosa che è obbligatorio in una Alfa Romeo.

Ha un interno molto funzionale, soprattutto per il design e la posizione di tutti i suoi comandi. Ci colpisce il pulsante di avvio che, come un chiaro ammiccamento alla Ferrari, si trova sul volante. Anche i comandi per il sistema di climatizzazione sono abbastanza funzionali, girevoli e funzionano in modo rapido e intuitivo. Lo stesso avviene con il telecomando che ci permette di controllare il sistema Connect Nav 3D da 8,8″ – sviluppato con Magneti Marelli -, che ci permette di muoverci agevolmente attraverso tutti i menù che ci aiutano a gestire la radio, il navigatore e diverse funzioni del Infine, accanto al cambio, troviamo il selettore Alfa DNA per gestire le diverse modalità di guida.Tutto ben raggruppato e definito.

1641762926 835 Prova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio | Dealer On FireIl quadro strumenti, non del tutto digitale, che personalmente apprezzo, mostra i tradizionali quadranti Alfa Romeo su contagiri e tachimetro. Tra i due, c’è uno schermo a colori da 7 pollici che offre la lettura di accelerazione laterale, consumo di carburante, efficienza e cambi marcia suggeriti, tra i più notevoli.

Nella versione Quadrifoglio ho avuto la sensazione che la qualità sia superiore a quella degli altri modelli attualmente offerti dalla Giulia. Tutto ha una finitura e una vestibilità migliori, più solido e con la sensazione di un processo di produzione più attento. Ci sono solo alcuni dettagli che ho trovato in qualche modo migliorabili, come il cambio, che è costruito con plastiche rigide eccessivamente economiche e incorpora una retroilluminazione che lascia molto a desiderare. Allo stesso modo, ci sono anche altri comandi, come il selettore Alfa DNA e i comandi per il sistema di infotainment, che hanno una sensazione migliorata e plastiche troppo semplici per quanto ci si può aspettare in un’auto di questa categoria.

1641762926 531 Prova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio | Dealer On FireIl bagagliaio della Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio ha una capacità di 480 litri, una cifra notevole che rientra nelle aspettative di un’auto di queste dimensioni e carrozzeria. Le sue forme, che sono regolari, ci permettono di sfruttarlo al meglio. L’illuminazione è un po’ scarsa e la sua tappezzeria è molto normale. Trattandosi di un suo assetto, va precisato che non troviamo nessun tipo di rivestimento nella parte superiore, cosa che solitamente viene trascurata nella stragrande maggioranza delle berline di questo tipo.

Un telaio molto funzionante

La Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio propone delle sospensioni molto elaborate, cosa che diventa evidente una volta che percorriamo i primi chilometri. All’anteriore incorpora una nuova sospensione a doppio braccio oscillante con assale sterzante semi-virtuale per ottimizzare l’effetto filtrante e garantire teoricamente una sterzata veloce e precisa. Inoltre, sulla carta, questo tipo di sospensione mantiene costante l’appoggio del braccio a terra in curva e, grazie all’impronta a terra sempre perfetta, è in grado di garantire elevate accelerazioni laterali. Per il retrotreno è stata scelta una soluzione multilink, brevettata dall’Alfa Romeo.

1641762926 343 Prova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio | Dealer On FireLa sospensione attiva è piuttosto rigida, sebbene fornisca una qualità di guida impeccabile e assorba molto bene le imperfezioni del fondo stradale e i milioni di dossi che troviamo in molte città. Pertanto, la Quadrifoglio è un’auto comoda e perfettamente valida per la vita di tutti i giorni, cosa che è molto apprezzata in un’auto di questo tipo, in cui il comfort è sempre svantaggiato. Anche con la modalità più radicale attivata, la Race, il comfort di questa vettura è tollerabile.

Per quanto riguarda il comportamento dinamico, se questa Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio si distingue per qualcosa, è per la sua eccezionale stabilità lineare; può essere fatto circolare molto velocemente con una sensazione di velocità sicuramente bassa. In curva, puoi vedere che è un’auto efficace con un ottimo livello di aderenza, anche se richiede ottime maniere al volante se vuoi andare veloce. In una curva lenta, partendo sempre dalla base che è un’auto con reazioni progressive, può essere facilmente spostata non appena si gioca con il gas e il trasferimento di masse. In una curva veloce bisogna avere fiducia e coraggio, perché oltre ad andare a rotta di collo è un’auto che pretende di essere molto brava al volante.

1641762926 600 Prova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio | Dealer On FireLa motoricità, specie nelle curve veloci, è eccezionale. Questa efficacia è ottenuta grazie alla tecnologia Torque Vectoring, che ha una doppia frizione integrata nel differenziale posteriore. Grazie a ciò è possibile controllare separatamente l’erogazione della coppia a ciascuna ruota. In questo modo si migliora anche la trasmissione della potenza alla strada in condizioni di bassa aderenza.

La direzione, da buona Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio degna di nota, è molto diretta. Questo ci permette di comandare il controsterzo più facilmente e comodamente, oltre a ottenere una precisione di traiettoria davvero eccezionale. Ci è piaciuta anche per la sua scorrevolezza, cosa che si apprezza quotidianamente, poiché non provoca affaticamento come in altre vetture equivalenti.

I freni sono da corsa e che la nostra unità non ha equipaggiato la ceramica opzionale. Hanno una magnifica sensazione di pedalata, ci aiutano a raggiungere uno spazio di frenata di 100 km/h a 0 in 32 m e ci permettono di frenare proprio dove vogliamo. Nel nostro database puoi conoscere tutte le specifiche tecniche.

1641762926 853 Prova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio | Dealer On FireMotore da vera supercar

Il motore è ciò che rende grande questa macchina. Si tratta di un 6 cilindri a V BiTurbo da 2,9 litri a benzina. È realizzato interamente in alluminio – per ridurre al minimo il peso assoluto del veicolo, soprattutto sull’asse anteriore – e fornisce 510 CV e una coppia superiore a 600 Nm. Con queste cifre sul tavolo, la Giulia Quadrifoglio raggiunge una velocità massima di 307 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 3,9 secondi. Inoltre, è il miglior motore della sua categoria in termini di livelli di emissioni (198 g/km CO2 con cambio manuale a 6 marce) ed è sorprendentemente efficiente nei consumi, grazie al sistema di disattivazione dei cilindri a controllo elettronico.

Trovarsi davanti a un motore di queste dimensioni è una bella esperienza. Più che raccontarlo, è meglio provarlo, perché le sensazioni che si provano sono uniche. Come lettera di presentazione, vale la pena ricordare che porta il marchio Ferrari, poiché, oltre ad essere stato sviluppato dai tecnici dell’azienda del Cavallino Rampante, è sempre lo stesso motore che equipaggia la Ferrari California T, sebbene due siano stati elimina i cilindri e offre 50 CV in meno.

1641762926 681 Prova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio | Dealer On FireMa non solo è un motore superbo che offre un’accelerazione impressionante e molta potenza, è anche un motore che offre un consumo di carburante sorprendentemente basso in un uso razionale. In città la cifra è di circa 13 litri, mentre su strada può oscillare tra i 7 e gli 8,5 litri, a seconda che si guidi su strada secondaria o autostrada. Come record su strada, sono stato in grado di raggiungere una media di 6,5 litri per 100 chilometri.

Non ho testato la versione associata al cambio manuale a 6 marce, ma non è necessario, visto che l’automatico è da corsa. Il cambio automatico ZF a 8 rapporti è semplicemente eccezionale. Ha una calibrazione che permette di cambiare marcia in appena 150 millisecondi, in modalità “RACE”, ed è dotato di una frizione “lock-up” che fornisce una forte percezione del recupero una volta inserita la marcia. . Inoltre, il nuovo cambio automatico è in grado, a seconda della modalità scelta nel selettore DNA, di ottimizzare fluidità, comfort e facilità di guida in tutte le condizioni di utilizzo, anche in città, migliorando i consumi di carburante e le emissioni di CO2 della versione manuale. I paddle del cambio in alluminio, ancorati al piantone dello sterzo, sono di serie e sono anche magnifici, poiché sono molto accessibili, offrono un’ottima sensazione e sono metallici – niente plastica di dubbia qualità come in altri produttori concorrenti -.

1641762926 961 Prova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio | Dealer On FireAttrezzatura premium

Facendo un breve riassunto di tutto ciò che questa versione speciale può equipaggiare, spiccano i sedili sportivi in ​​pelle e alcantara di serie, il volante sportivo con pulsante di accensione rosso, finiture interne in fibra di carbonio ed esterno con aerodinamica attiva. Le dotazioni per il comfort e la sicurezza includono la tecnologia Blind Spot Assist (BSM) e la telecamera per la retromarcia, nonché i fari bi-xeno con tecnologia AFS adattiva. Colpiscono anche gli aspetti tecnici studiati appositamente per massimizzare le prestazioni dinamiche: il sistema Active Aero Splitter, il sistema Torque Vectoring che funge da differenziale posteriore per controllare elettronicamente l’erogazione della coppia a ciascuna delle ruote, o il selettore DNA Pro a 4 posizioni e la modalità Race (competizione) che comunica con il sistema CDC (Chassis Domain Control), che funge da cervello per coordinare tutta l’elettronica e la dinamica del veicolo.

Alfa Romeo Giulia QuadrifoglioA richiesta, spicca il Pack Sound Theater, che offre un sistema audio ad alte prestazioni firmato Harman / Kardon e luci ambientali all’interno del veicolo. Costa 1.425 euro. Nel seguente link puoi consulta tutti i dettagli della tua attrezzatura.

conclusione Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio

Più che una berlina sportiva, l’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio è un’autentica esperienza di guida. Se ti piacciono la guida e le auto ad alte prestazioni, la berlina Alfa Romeo è praticamente un’auto unica per prezzo e design. Il suo motore le consente chiaramente di fare la differenza per essere una vera auto sportiva, una berlina senza rivali e un’auto davvero impressionante. Per usarla quotidianamente, tenendo sempre conto di quello che abbiamo in mano, è un’auto valida e ragionevole. Per godersela su circuito chiuso, è un’auto molto divertente e impegnativa, anche se non è priva di nobiltà una volta compreso il suo comportamento.

 

Fonte

0 0 Voti
Article Rating
Subscribe
Notify of
guest

0 Comments
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
0
Mi piacerebbe avere le tue opinioni, per favore lascia un commento.x
()
x