logo-dealeronfire-principale

Mercedes EQS si ricarica più velocemente del previsto

 

Conosciamo già la vetrina tecnologica della Mercedes, si chiama Mercedes EQS ed è pura follia sotto tutti gli aspetti. Un modello che ha mostrato al mondo tutte le potenzialità che il brand tedesco è capace di guidare su quattro ruote. Ma come tutte le sue caratteristiche e le altre artiglierie lo conosciamo già, oggi veniamo a parlare di una nuova analisi dalla quale sono stati ricavati molti dati preziosi.

Secondo l’annuncio iniziale di Mercedes, la potenza di ricarica massima dell’EQS sarebbe fino a 200 kW. L’analisi che è stata effettuata dai ragazzi di InsideEVs, presenta un grafico in cui possiamo vedere chiaramente la potenza di ricarica, il tempo trascorso o la percentuale totale. Ma non solo la potenza massima è ciò che ha attirato l’attenzione in questo grafico, ma possiamo estrarre qualche dato più curioso.

Curva della potenza di carica (rosa) in kW rispetto allo stato di carica (blu) in%.

Prima di tutto, sì, la potenza massima è superiore a quella prevista ufficialmente. La Mercedes EQS esegue un picco di carico iniziale di oltre il 5% che sale a quasi 200 kW istantaneamente. Successivamente, il carico oscilla leggermente verso l’alto, raggiungendo un picco di 207 kW di potenza di carico fino a circa il 25%. Questa percentuale viene completata in soli 7 minuti. Una volta raggiunto il 25% della carica totale della batteria, la potenza di carica diminuirà gradualmente fino a raggiungere i 115 kW con una carica dell’80%. La potenza media di ricarica era di 155 kW.

Un’altra buona conclusione che possiamo trarre dalla lettura del grafico è che anche migliora il tempo di ricarica promesso da Mercedes, dove assicurano che l’EQS sarà in grado di ricaricarsi dal 10 all’80% in 31 minuti, mentre qui possiamo vedere chiaramente come ha fatto dal 4 all’81% nello stesso tempo (una percentuale di carica più elevata). Il tempo di carica effettivamente trascorso dal 10 all’80% è stato di circa 28 minuti. Con questa percentuale, l’EQS potrebbe percorrere circa 300 chilometri.

L’EQS è in grado di (secondo l’approvazione WLTP) un percorso di 770 chilometri, ma quanti chilometri possiamo percorrere per minuto di ricarica? Lo studio conclude che quando la potenza del carico è di 200 kW (o superiore), l’EQS sarà in grado di raggiungere quasi 25 chilometri di autonomia al minuto di ricarica effettuato. Una volta che la velocità è calata, dal 20 all’80% della carica, la matematica ci dice che il risultato è 18,5 chilometri al minuto di ricarica effettiva. Cifre che lo collocano come uno dei migliori veicoli elettrici sul mercato attuale.

ricarica-veloce-mercedes-eqs_02

Confronto delle curve di carico rispetto ad altri modelli elettrici. Elaborazione: InsideEVs.

Una nuova tabella realizzata dai colleghi di InsideEVs ci lascia con un’interessante informazione: l’EQS ha una potenza di carica di picco inferiore rispetto a IONIQ 5 o Tesla Model S Plaid, ma la sua linea di ricarica è più stabile, non ha tante oscillazioni, il che alla fine si traduce in una potenza di ricarica media superiore al modello americano. Il dato in cui si trova l’EQS è di 155 kW di potenza media tra il 20 e l’80%, mentre la Tesla Model S Plaid e la IONIQ 5, in quello stesso range di carico è rispettivamente di 130 kW e 170 kW. Come si vede, la Mercedes supera la Tesla, ma resta vicina al modello coreano.

È chiaro che la Mercedes EQS ha dimostrato di essere una delle macchine tecnologiche più avanzate del momento. Migliora praticamente tutti i record attuali, ad eccezione della potenza di carico massimo, dove IONIQ 5 e Tesla Model S Plaid sono ancora migliori, anche se, come abbiamo già visto, in potenza di carico medio, l’EQS prende la medaglia d’argento. Nel resto dei dati, il tedesco fornisce cifre più che eccezionali per un’auto del suo livello, ovvero un’ammiraglia.

Source link