logo-dealeronfire-principale

Cosa prevede il Nuovo Codice della Strada

nuovo codice della strada | Dealer On Fire

Il 10 novembre 2021 è entrato definitivamente in vigore la Legge n.156, creata per la conversione dei parametri contenuti nel Decreto Legge Infrastrutture approvato qualche giorno prima in Senato (il giorno 4 novembre) e per la modifica di ben 40 articoli nel Nuovo Codice della Strada. Una mini riforma, neanche tanto mini a dirla tutta, che definisce, chiarifica e aggiorna quell’insieme di regole che ognuno di noi deve rispettare quando si trova alla guida di un veicolo per salvaguardare la propria incolumità e quella degli altri.

In questo articolo vedremo una per una tutte le novità apportate al Nuovo Codice della Strada. Dal divieto di smartphone e tablet all’aumento delle multe per chi occupa in modo improprio i posti riservati ai disabili; dalle tanto attese regole per i monopattini elettrici a quelle per gli stalli rosa o per le aree dedicate alla ricarica dei veicoli elettrici. Dalle nuove norme per la sicurezza dei pedoni fino al divieto di pubblicità sessiste o con messaggi violenti da tutta la cartellonistica stradale.

Divieto di smartphone e altri device alla guida

Il Nuovo Codice della Strada finalmente si aggiorna e fa espresso divieto all’utilizzo di smartphone, tablet, notebook, computer portatili di qualsiasi tipo e qualunque altro gente di device elettronico che possa farci allontanare anche solo temporaneamente le mani dal volante. Le multe previste (dai 165 ai 660€) sono state confermate, compresa la sospensione della patente da 1 a 3 mesi in caso di recidiva nei primi 2 anni.

La precedenza ai pedoni

Anche in materia di sicurezza dei pedoni nel Nuovo Codice della Strada sono stati specificati in maniera puntuale gli obblighi a carico degli automobilisti, soprattutto in caso di strade senza semafori. Viene chiarito inoltre che l’obbligo di dare precedenza, rallentando o fermandosi, in prossimità delle strisce pedonali vige non solo nei confronti dei pedoni che hanno cominciato ad attraversare, ma anche di quelli si accingono a farlo.

I monopattini elettrici

Dopo la diffusione selvaggia e alquanto pericolosa di questi nuovi ed ecologici mezzi di locomozione lungo le strade, soprattutto cittadine, il Nuovo Codice della Strada si dota finalmente di una normativa a riguardo. Nonostante manchi ancora l’introduzione dell’obbligo di casco (confermato solo per i minorenni), al fine di poter circolare liberamente con i monopattini elettrici è stato introdotto:

  • Obbligo di frecce e freni su entrambe le ruote (dal primi luglio 2022 quelli nuovi, dal primo gennaio 2024 per adeguare quelli già in circolazione);
  • Divieto di circolazione e sosta sui marciapiedi (salvo portarlo a mano);
  • Divieto di contromano (salvo portarlo a mano);
  • Obbligo di rispettare la velocità massima di 6 km/h all’interno delle aree pedonali;
  • Velocità massima fuori dalle aree pedonali ridotta da 25 a 20 km/h;
  • Obbligo da parte delle società di noleggio di pretendere dagli utenti foto al termine del noleggio, per evitare la sosta selvaggia e parcheggi impropri, al di fuori della aree individuate come tali dai Comuni.

Il foglio rosa

Con il Nuovo Codice della Strada la validità del foglio rosa passa da 6 mesi a 1 anno e in questo periodo di tempo ci si potrà cimentare con la prova pratica di guida massimo per 3 volte e non 2 come previsto precedentemente. Se si viene sorpresi a esercitarsi alla guida su strada senza istruttore, si rischiano dai 430 ai 1731€ di multa e il fermo amministrativo del veicolo per 3 mesi.

Parcheggi riservati ai disabili

Chi occupa con la propria auto un parcheggio riservato ai disabili senza averne diritto rischia dai 168 ai 672€ di multa, il doppio da quanto previsto dal precedente articolo del Codice della Strada. Triplicano invece i punti decurtati, che da 2 passano addirittura a 6. Per le persone disabili munite di apposito contrassegno, dal primo gennaio 2022 potranno parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu.

Parcheggi per auto elettriche

Con il Nuovo Codice della Strada si estende anche il divieto di sosta, per qualsiasi tipo di veicolo (elettrico o non), nelle aree con colonnine di ricarica per i veicoli elettrici. La sosta è possibile solo durante il tempo tecnico di ricarica, trascorsa un’ora dal quale scatta di nuovo il divieto, e tra le 23 e le 7 del mattino.

Parcheggi rosa

Le modifiche apportate al Nuovo Codice della Strada danno facoltà ai Sindaci di disporre, con relativa ordinanza, la creazione di parcheggi riservati alle donne in gravidanza e ai genitori con figli di massimo 2 anni, detti comunemente stalli rosa, dotati di apposita e specifica segnaletica.

Il bonus patente

Tra le novità, il Nuovo Codice della Strada prevede anche un contributo, chiamato Bonus Patente, di massimo 1.000€ per coloro che vogliono prendere patente, CQC (Certificazione di Qualificazione del Conducente) oppure chi vuole lavorare come autotrasportatore, in grado di coprire fino al 50% delle spese sostenute. Hanno diritto al Bonus Patente gli Under 35 e coloro che percepiscono Reddito di Cittadinanza o altri ammortizzatori sociali, come per esempio la Naspi.

Le biciclette

Tra le 40 norme del Nuovo Codice della Strada che sono state modificate dalla Legge n.156/2021 c’è anche l’articolo 68, dedicato espressamente alle luci e ai dispositivi di segnalazione delle biciclette. Le luci devono essere sempre montate sulla propria bici e bisogna tenerle accese anche di giorno dentro le gallerie e in caso di scarsa visibilità (nebbia, neve, pioggia forte), sia dentro che fuori dai centri abitati, e non solo, come previsto in precedenza, da mezz’ora dopo il tramonto a mezz’ora prima dell’alba.

Divieto di pubblicità sessiste o discriminatorie

Un’altra importante novità prevista dal Nuovo Codice della Strada è il divieto di affiggere sulle strade pubblicità dal contenuto sessista o violento, veicolanti in genere messaggi che possono essere discriminatori o lesivi dei diritti individuali, civili e politici, nonché della libertà religiosa o dell’appartenenza etnica.

Nuovo Codice della Strada: le altre novità
Di seguito riportiamo infine brevemente tutte le altre novità contenute nel Nuovo Codice della Strada:

  • Obbligo di casco in moto anche per il passeggero a prescindere dall’età;
  • Possibilità di installazione di telecamere in corrispondenza dei passaggi a livello per rilevare le violazioni al divieto assoluto di attraversamento in caso di passaggio a livello chiuso;
  • Aumento sanzioni per chi getta rifiuti (dai 216 a 866€) o qualsiasi altro oggetto (dai 52 ai 204€) da un’auto in sosta o in movimento;
  • Introduzione della modalità telematica (tramite PEC, Posta Elettronica Certificata) per effettuare i ricorsi contro le multe.

Source

0 0 Voti
Article Rating
Subscribe
Notify of
guest

0 Comments
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
0
Mi piacerebbe avere le tue opinioni, per favore lascia un commento.x
()
x