Classifica 2020-2021 dei richiami auto

Oggi accompagniamo l’elenco dei modelli che hanno subito più richieste di richiami auto nel corso degli anni 2020 e 2021 con un’analisi leggermente più dettagliata, dove raccogliamo i dati e li raggruppiamo per fascia, seguita dall’elenco dei difetti.

Nell’ambito di uno studio approfondito e dettagliato, alcune conclusioni chiare sono che la complessità tecnica di alcuni modelli del mercato significa che c’è un gran numero di elementi “predisposti” a rompersi, quindi non sorprende che Mercedes Benz ha ampiamente occupato questo disonorevole elenco.

Elenco dei modelli con richiami nel 2020

L’elenco del 2020 è più breve di quello del 2021. Questa conseguenza sembra essere il risultato del rapido aumento della complessità dei modelli lanciati di recente sul mercato, soprattutto tra le versioni ibride plug-in.

Nuove tecnologie significano nuove sfide tecniche e guasti.

Abbiamo fatto una classifica tra le marche e i modelli che hanno ricevuto sei o più richieste di richiami e ne abbiamo analizzato le cause principali.

Marche e modelli con 6 richiami

  • BMW: Serie 3 e X3. Sono i due modelli in cima alla lista e che condividono tipi di difetti, dovuti in gran parte al fatto che hanno motori ed elementi condivisi nella loro fabbricazione. Pertanto, i difetti più comuni da correggere in entrambi i modelli hanno a che fare con il rischio di incendio all’avvio della ricarica nelle versioni ibride plug-in (PHEV), il rischio di rottura di alcuni componenti della sospensionei, sensori della fibbia della cintura di sicurezza che non sempre rilevano il corretto allacciamento, l’invecchiamento precoce di componenti come il polo positivo della batteria o l’eventuale meccanica del bilanciere di alcuni motori.
  • Mercedes Benz: Classe C e Classe E hanno difetti comuni, relativi a possibili perdite di olio motore, airbag difettosi del produttore Takata (che ha colpito anche molte altre marche), problemi con la calibrazione del controllo elettronico della stabilità (ESP), il fissaggio degli schienali posteriori e l’impianto frenante.
  • Peugeot: in questa lista c’è il 3008 in cui il marchio ha rilevato un rischio di rottura in alcuni componenti di gestione, rischio di rottura della pompa del vuoto del freno, problemi di corrosione nei telai ausiliari delle sospensioni e problemi con i bulloni di ancoraggio della sfera di traino.
  • TOYOTA: la Yaris, nelle sue diverse generazioni, ha richiesto numerosi richiami a causa di guasti riscontrati nel ancoraggio cintura centrale posteriore, malfunzionamento del sistema di cambio luci anabbaglianti e abbaglianti, problemi agli airbag e possibili perdite di carburante.

Marche e modelli con 7 richiami

  • Mercedes Benz: il furgone velocista. Ha causato mal di testa al marchio in questioni relative all’installazione elettrica e all’isolamento dei cavi e problemi con il fissaggio della batteria nell’e-Sprinter che potrebbero farlo staccare dalla sua posizione e cadere a terra durante la guida.

Marche e modelli con 8 richiami

  • Peugeot: qui il 208 è stato il modello più problematico, con difetti rilevati nel cinghia di distribuzione e pompa del vuoto del freno, perdite di liquidi con rischio per altri veicoli che circolano dietro, guasti di allineamento portando a problemi di controllo della corsa, ammortizzatori mal fissati, copriruota mal fissati, problemi di progettazione del piantone dello sterzo e elevate emissioni di NOx a causa di un’errata calibrazione del motore.

Marche e modelli con 9 richiami

  • Citroen: i due furgoni del brand, Jumper e Spacetourer hanno condiviso difetti che sono stati richiamati nel corso del 2020: problemi con la sospensione, Cinghia di distribuzione e insufficiente serraggio delle ruote sulla catena di montaggio.
  • Ford: di nuovo un furgone Transit nelle sue diverse varianti di carrozzeria, ha generato richiami a causa di un malfunzionamento del selettore marce, possibili perdite di carburante e problemi di fissaggio dell’albero di trasmissione posteriore.
  • Peugeot: i loro omonimi furgoni a quelli della Citroën sopra citati, in questo caso Expert e Traveller hanno avuto gli stessi problemi con la sospensione, la Cinghia di distribuzione e insufficiente serraggio delle ruote.

Marche e modelli con 10 richiami

  • Mercedes Benz Classe A. La berlina più piccola del marchio, che accumula un generoso elenco di difetti: eccesso o difetto nel riempimento della olio cambio automatico doppia frizione, perdite di olio per la lubrificazione del turbo che possono causare incendi, problemi con il produttore di airbag Takata, problemi di condensazione dell’acqua nell’impianto di condizionamento, scarsa regolazione della sospensione posteriore che potrebbe causare un incidente, gas R134 per l’aria condizionata non conforme alle normative, errata rilevazione del peso degli occupanti in caso di utilizzo di sedie per bambini , problemi di fissaggio del tetto panoramico in vetro, scarsa saldatura del sistema di elevazione del sedile passeggero e cattivo fissaggio degli airbag.

Elenco dei modelli con richiami nel 2021

19C0729 037 1.jpg?auto=format&cs=tinysrgb&fit=clip&ixlib=rb 1.1 | Dealer On Fire

Marche e modelli con 6 richiami

  • AUDI: la A4 ha ricevuto sei richiami nel 2021, curiosamente, nonostante sia un veterano del mercato e in procinto di essere rinnovato. Tra i difetti elencati ci sono i sempiterni airbag takata, il software non autorizzato nei motori diesel 3.0 e 4.2, la possibile rottura del supporto del bracci di sospensione posteriori, l’airbag anteriore del passeggero potrebbe non attivarsi correttamente a causa di un difetto di fabbricazione nel cruscotto o di un gancio di traino difettoso.
  • Mercedes Benz: Qui i problemi sono stati condivisi con la Classe A. Sono stati rilevati airbag laterali che non si attivano correttamente, piantone dello sterzo difettoso, pannelli del tetto in vetro scarsa aderenza, perdite d’acqua causate da aria condizionata o supporti di ancoraggio ISOFIX difettosi; e il GLE, dove si sono verificati problemi con la pompa dell’acqua, corrosione da perdite di aria condizionata, pneumatici danneggiati, pannelli strumenti fissati in modo errato o luci di retromarcia difettose.

Marche e modelli con 7 richiami

Volkswagen Tiguan 2021 1600 0c 1.jpg?auto=format&cs=tinysrgb&fit=clip&ixlib=rb 1.1 | Dealer On Fire

  • AUDI A6. C’è stata una chiamata in più rispetto alla A4, anche se alcune sono correlate tra loro, come airbag Takata, software non autorizzato o sospensione posteriore o gancio di traino. Altri sono specifici, come problemi con il fissaggio della superficie del cruscotto e sensori di impatto difettosi per airbag e pretensionatori.
  • Mercedes Benz Classe E . È stato il motivo di un richiamo nel 2021 a causa delle viti del disco freno difettose, problemi con la pompa dell’acqua, sensori di impatto laterale difettosi, software e hardware di assistenza al parcheggio difettosi, poggiatesta dei sedili posteriori mal fissati, collegamento difettoso del motorino di avviamento e possibile guasti che causano perdite nella guida di iniezione e negli iniettori.
  • Opel: Qui prende gli “onori” la Grandland, un SUV medio che ha presentato usura prematura della cinghia di distribuzione, guasto degli iniettori di urea, nel filtro antiparticolato diesel, scarso fissaggio delle ruote posteriori a causa di viti mal serrate o scarso aggancio del sistema di traino.
  • VW: il Tiguan è stato influenzato da tubazioni dei freni mal serrate, bloccaggio dello schienale del sedile posteriore difettoso, gancio di traino difettoso, bulloni mancanti o saldature difettose sui sedili (entrambi sull’Allspace), saldatura del pedale del freno difettosa o alettone posteriore difettoso attaccato alla carrozzeria.

 

Configura la tua nuova Auto

Fonte

Leggi Anche…

Dealer On Fire è entrata a far parte della famiglia Google News. Seguici

Condividi L’articolo

0 0 Voti
Voto Articolo
Subscribe
Notify of
guest
Anche Soprannome
Per verifica che non sia uno spammer
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Dealer On Fire – Promozioni Auto Nuove

Copyright © 2022 |  4 Plan s.r.l. | P.Iva: 03490600545
Managed by 4Plan Automotive Web Agency

Dealer On Fire si impegna ad aggiornare con tempestività dati e contenuti del sito. Tuttavia Dealer On Fire e, in capo 4 Plan s.r.l., non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali errori e/o omissioni, danni diretti e indiretti derivanti dall’utilizzo di questa piattaforma web

Ricerche Veloci
0
Mi piacerebbe avere le tue opinioni, per favore lascia un commento.x
()
x