logo-dealeronfire-principale

Citroen C1, per lei è finita.

Citroen C1, per lei è finita.

La Citroën C1 si ritira dopo due generazioni e 17 anni di leale servizio.

Dal 2005 la C1 deteneva il grado di micro city car nella gamma Citroen. Con le sue dimensioni ridottissime, 3,46 metri, era l’alleato ideale (con le cugine Peugeot 108 e Toyota Aygo) per viaggiare le città. Agile, facile da parcheggiare, ha attirato 1,2 milioni di clienti nel corso della sua carriera.

Sì, ma i tempi stanno cambiando e la mobilità urbana si sta evolvendo a una velocità vertiginosa, le condizioni del traffico in città non sono più le stesse e la transizione energetica è preponderante. Oggi tutti i produttori scommettono sui veicoli elettrici, anche Citroën.

Citroen C1, nessun sostituto designato

Sembrerebbe che la C1 non abbia discendenti immediati (come tanti piccoli equivalenti urbani, abbandonati da pochi anni). Tieni presente che non ci sarà nessun modello che utilizzerà questo nome.

In una comunicazione ufficiale, Citroën annuncia che l’Ami è la nuova risposta del marchio alle esigenze di mobilità in città. La scommessa sembra, per il momento, non ancora vinta. Il numero di Ami che camminano per le strade delle nostre città non sono così numerose.

Con i suoi 2,41 m di lunghezzauna motorizzazione 100% elettrico e la sua accessibilità (dai 14 anni), comunque segna una rottura con tutto ciò che sapevamo.

Per chi ha bisogno di più spazio, perché l’Ami è limitata a due persone e l’elettrico non soddisfa le nostre esigenze, il marchio offre la Citroen C3. Le sue dimensioni hanno poco a che vedere con le dimensioni della micro city car C1 (4 metri) e le auto stanno diventando sempre più grandi, ma soddisfa altre esigenze e può avere il ruolo di auto principale, a differenza dell’Ami.

Configura la tua nuova Citroen

Fonte

0 0 Voti
Article Rating
Subscribe
Notify of
guest

0 Comments
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
0
Mi piacerebbe avere le tue opinioni, per favore lascia un commento.x
()
x