Per il capo di Tesla Elon Musk, è diventato superfluo avere un’autonomia molto lunga sulla sua auto elettrica. Sarebbe addirittura controproducente.

Il tempo in cui le auto elettriche potevano percorrere solo poche centinaia di chilometri al massimo è passato molto tempo. Oggi, la maggior parte dei modelli compatti sul mercato supera i 200 chilometri. Per quanto riguarda i modelli orientati alla famiglia, possono superare di gran lunga i 300 chilometri nelle loro versioni top di gamma. In Tesla o Mercedes, puoi persino superare i 500 chilometri con una singola carica.

Il che ora fa dire a Elon Musk, il capo di Tesla che noi ha raggiunto la soglia di autonomia necessaria su un’auto elettrica. “Dodici mesi fa avremmo potuto offrire una Model S in grado di percorrere 1.000 chilometri con una sola carica. Ma nel 99,9% delle volte questa capacità avrebbe reso il prodotto meno buono per via della massa delle batterie in più, penalizzando prestazioni, tenuta di strada e consumi. Anche le nostre auto in grado di percorrere più di 600 chilometri già molto raramente scaricano completamente le batterie quando vengono utilizzate dai nostri clienti. » Elon Musk si riferisce qui alla Tesla Model S Plaid+, che doveva avvicinarsi ai 1000 chilometri di autonomia grazie a una batteria più grande. Prima che Tesla finalmente rinunci a proporlo sul mercato.

Una rete sufficiente?

Elon Musk ritiene quindi che con il miglioramento del servizio di ricarica rapida, non è più necessario poter percorrere più di 500 o 600 chilometri con una sola carica. E che l’installazione di una batteria troppo grande in un’auto elettrica ne danneggi le qualità. Un approccio radicalmente opposto a quello della General Motors, che ha appena installato batterie mostruose con una capacità di 246 kWh nel suo gigantesco Hummer EV dai consumi giganteschi…

 

Configura la tua nuova Auto

Fonte

Commenti