fbpx
Vai al contenuto
Edit

Come allungare la vita a un motore diesel

manutenzione motore | Dealer On Fire

Con la crisi economica e i prezzi delle auto che non sono accessibili a tutti, fare una buona manutenzione dei veicoli già posseduti può di certo essere un’arma in più per rinviare, quanto più possibile, l’acquisto di un nuovo mezzo. Trattare bene e avere un occhio di riguardo per la propria auto, infatti, può essere utile per non incappare in spese inaspettate, come danni o, nel peggiore delle ipotesi, il guasto e il successivo addio alla nostra quattro ruote.

Registrati a Virgilio Motori per continuare a leggere questo contenuto

Bastano pochi click (ed è totalmente gratuito)

Hai già un profilo? Registrati a Virgilio Motori per continuare a leggere questo contenuto

Come fare allora? La manutenzione, come detto, è importante e oggi vi andremo a svelare una guida per mantenere in forma il motore della vostra auto diesel.

Manutenzione motore diesel: come fare

La manutenzione tecnica dell’auto diesel aiuta di certo a prolungare la vita del veicolo e a evitare spese pericolose sempre dietro l’angolo. Oltre ai risvolti possibili sull’economia personale, va anche sottolineato che mantenere in buono stato la propria auto aiuta anche l’ambiente. Infatti, andando a elencare i primi passi da fare per intervenire sulla manutenzione del motore diesel, pulire gli iniettori serve a non inquinare tanto con i gasi di scarico. Gli iniettori del motore diesel giocano anche un ruolo fondamentale nei consumi: iniettori sporchi, infatti, fanno aumentare i consumi.

Per pulirli servono dei prodotti specifici per motori diesel che possono essere trovati in officina o anche online. Il processo di pulizia deve essere fatto a serbatoio vuoto e poi, per mantenere tutto sotto controllo, sarebbe consigliabile rifornire l’auto con diesel senza zolfo per evitare una nuova e rovinosa intasatura degli iniettori.

Manutenzione motore diesel: semplici consigli

Oltre a pulire gli iniettori, che come detto sono molto delicati in questo tipo di auto, i motori a diesel hanno bisogno di un occhio di riguardo nell’utilizzo. La manutenzione personale, infatti, è molto importante rispetto ai motori a benzina in quanto i tagliandi sono molto costosi e richiedono una maggiore frequenza di controllo. Per non cadere in cattive sorprese, quindi, è consigliabile controllare periodicamente e con una certa regolarità il livello dell’olio. Se troppo basso, potrebbe causare gravi difetti al motore e al contrario, se il livello dell’olio è troppo elevato, potrebbe danneggiare il tubo. Ogni 50.000 km circa va comunque cambiato il filtro dell’olio.

Anche la guida può aiutare a mantenere in salute l’auto. Tra i consigli più utili, infatti, c’è quello relativo a cosa fare dopo i lunghi viaggi. Se per esempio si è reduci da una gita fuori porta con tanti chilometri alle spalle, per non causare danni al motore diesel è consigliato non spegnere improvvisamente l’auto. Arrivati a destinazione, infatti, sarebbe meglio attendere qualche minuto prima di girare la chiave e mandare a risposo la macchina poiché lo spegnimento repentino potrebbe portare l’olio caldo a carbonizzarsi e quindi causare dei problemi a lungo andare.

Solo prendendosi cura del proprio mezzo, quindi, possono essere evitate importanti spese nel futuro. Anche se oggi i motori diesel non sono più la prima scelta per chi acquista un’auto, chi ha un veicolo in garage fa bene a tenerselo stretto e a curarlo dandogli attenzione.

Source

Commenti